Sportello di ascolto


"La Chiesa non cercherà mai di insabbiare o sottovalutare nessun caso. È innegabile che alcuni responsabili, nel passato, per leggerezza, per incredulità, per impreparazione, per inesperienza – dobbiamo giudicare il passato con l’ermeneutica del passato – o per superficialità spirituale e umana hanno trattato tanti casi senza la dovuta serietà e prontezza. Ciò non deve accadere mai più. Questa è la scelta e la decisione di tutta la Chiesa".

Papa Francesco - Discorso alla Curia Romana - 21 dicembre 2018

Accogliere ed ascoltare sono il primo atto di una fattiva e concreta vicinanza alle persone che hanno trovato il coraggio di raccontare. Tale momento chiede empatia e apertura, rispetto della dignità della persona, fiducia. Tale priorità è già anche un primo atto di prevenzione perché solo l’ascolto vero delle persone ci apre alla solidarietà, e ci interpella a fare ancora di più affinché i nostri luoghi siano sicuri e affidabili.


Referente sportello di ascolto

Sig.ra Rosaria Cavallaro
c/o Fondazione Angelo Custode,
centro polifunzionale SCALA DI GIACOBBE - via Morelli n.6 - Bergamo

per segnalazioni previo appuntamento
T. 035/278.295
tutelaminori@curia.bergamo.it

X